Strategie di web marketing per le aziende: errori da evitare

Se hai un’azienda online, il concetto di web marketing dovrebbe esserti familiare. Tuttavia non è detto che tu sappia come impostare al meglio una campagna pubblicitaria che, in rete, è diversa da quella classica alla quale siamo abituati.

In questa guida ti forniremo quindi alcuni semplici ma efficaci consigli sulle migliori strategie di web marketing per le aziende.

Web marketing: di cosa si tratta

Chi non compare in rete oggi giorno si può dire che non esiste. Ecco perché conoscere le migliori strategie di web marketing è fondamentale per il tuo brand e quindi per il tuo business. Molte aziende che offrono servizi o prodotti validi non riescono a decollare a causa della poca visibilità che hanno sul web.

Alcuni buoni consigli vengono forniti anche da professionisti del settore. Tra questi si può certamente citare l’esperto di web marketing Alessandro Giovanazzi.

Comunicazione, non comunicati: gli errori da evitare

Il primo errore che si commette quando si struttura una campagna sul web è quella di puntare sulla quantità e non sulla qualità. Sarebbe inutile programmare ad esempio annunci su Facebook ogni 10 minuti se poi gli annunci non sono ottimizzati in ottica SEO o non colpiscono l’utente.

Un altro errore da evitare quando si imposta una campagna è non considerare il target. Che senso avrebbe impostare una campagna da migliaia di euro per sponsorizzare (ad esempio) un prodotto della cosmetica femminile per poi non restringere la nicchia ed inviare una mailing list agli utenti maschi, che di quel prodotto non se ne fanno nulla?

Tanto meglio seguire alcune semplici ma rigorose regole del web marketing.

Web marketing: come impostare una campagna vincente per le aziende

Esiste uno specifico flusso di processi che dovrebbero essere attivati e poi seguiti quando si struttura una campagna sul web. Vediamo i processi:

  • identificare un brand chiaro: il logo della tua azienda deve diventare familiare. Questo vuol dire che deve essere riconoscibile, chiaro, e posizionato su ogni social media collegato al tuo sito aziendale. Deve però anche essere ottimizzato in termini di grafica, senza dimenticare che ogni piattaforma richiederà un’estensione specifica (.jpg o .png) e una risoluzione in pixel adatta;
  • creare un blog aziendale: non basta posizionare su Internet un sito aziendale dove effettuare concretamente gli acquisti. È buona norma dedicare una sezione del sito al blog. Si tratta di quella parte in cui potrai comunicare con gli utenti che visitano il sito. Potrai postare ogni giorno (la frequenza ottimale sarebbe una volta a settimana) un articolo, nel quale tratti di un argomento inerente al tuo prodotto, per aumentare la fiducia dei tuoi clienti e posizionarti meglio sui motori di ricerca;
  • utilizzare gli strumenti di Google e Facebook: si tratta di AdWords, il servizio di Google che identifica e posiziona parole chiave in rete che portano clienti, o di Facebook Advertising, cioè delle campagne che il social network ti aiuta a strutturare in maniera efficace. Come dicevamo prima, l’attenzione va al target, e con FB potrai impostare una campagna selezionando il campione a cui sarà inviata per diversi parametri (età, regione, interessi, sesso);
  • impostare una newsletter efficace: tutti gli esperti di web marketing ti diranno che la newsletter aumenta statisticamente il tuo tasso di conversione, ed è vero. L’importante però è mantenersi su una mail a settimana.