Robot aspirapolvere: scopriamo come mai spopolano nelle nostre case

Le pulizie di casa sono una faccenda sempre piuttosto lunga, faticosa ed anche parecchio noiosa perciò non c’è affatto da meravigliarsi se le si continua a rimandare oppure le si fa svogliatamente ed il più in fretta possibile.

Tra le faccende più rumorose e noiose di sempre c’è poi il dover passare l’aspirapolvere sul pavimento. Un elettrodomestico davvero pesante, poco pratico ed ormai superato che però non manca mai di farci inciampare sul suo lungo cavo.

Per ovviare a questo problema, la tecnologia ci è venuta ancora una volta in aiuto sviluppando degli appositi robot aspirapolvere in grado di aiutarci con le faccende domestiche più noiose e gravose.

Piccoli, compatti, silenziosi ed estremamente pratici, i robot aspirapolvere si accompagnano benissimo alla moderna “invasione di robot” che si sta verificando in un numero sempre più crescente di case. Basti pensare a robot tagliaerba, ad elettrodomestici sempre più sviluppati, a sistemi di guida automatica, a case domotiche e così via.

Robot aspirapolvere: cosa sono e come funzionano?

I robot aspirapolvere sono, in generale, piuttosto piccoli e leggeri per meglio districarsi tra gli spazi della casa come tappeti, scale, mobili e così via. Di forma sferica per non rimanere incastrati negli angoli domestici, i robot aspirapolvere si occupano delle faccende del classico elettrodomestico, ma con qualcosa in più!

Innanzitutto sono davvero silenziosi, alcuni non superano neanche i 60 decibel, e quindi potete metterli in funzione anche la sera, se qualcuno sta riposando, mentre guardate la televisione oppure qualcuno sta riposando.

Oltre ad aspirare correttamente polvere, peli di animali, detriti ed altre forme di sporcizia che tendono ad accumularsi, raccogliendo il tutto negli appositi sacchetti interni, alcuni modelli di questo piccolo robot passano poi anche un piccolo panno rendendo il vostro pavimento bello pulito e lucente.

Dotati di sensori per gli ostacoli in modo da impedire collisioni e per le scale, in modo da non cascare rovinosamente già per i gradini, ai robot aspirapolvere potete anche impedire di entrare in determinate stanze senza dover per forza chiudere la porta.

Dalla confezione vi basterà infatti tirare fuori il nastro magnetico ed applicarlo ai muri della stanza in questione creando così un piccolo perimetro. Facile e pratico come il loro controllo in generale, basta usare l’intuitivo telecomando ed il gioco è fatto!

Da non scordare poi che alcuni dei modelli più sviluppati sono anche controllabili tramite le applicazioni per smartphone e tablet o anche con gli assistenti vocali come Alexa o Google Home. Davvero niente male, vero?

Quanto possono costare i robot aspirapolvere?

Innanzitutto partiamo col dire che, sul mercato, attualmente si possono trovare un’infinità di robot aspirapolvere diversi e adatti per tutti i gusti, le esigenze, le case, ma soprattutto per tutte le tasche!

Si parte infatti da modelli economici, non eccessivamente affidabili a dire il vero, al di sotto dei 100 € per poi passare a dei prodotti più affidabili, resistenti ed anche “costosi” passando dai 150 agli oltre 200 €.

Prima di comprarne uno, valutate le vostre esigenze e le dimensioni della vostra casa oltre che dare un limite al budget e, infine, date il via ad una nuova esperienza di pulizia!