Quali sono i migliori servizi per la musica in streaming gratis e a pagamento?

Fino ad alcuni anni fa, per ascoltare la nostra musica preferita, era necessario comprare i dischi o scaricare interi brani sul computer o sul lettore mp3. All’epoca, i metodi citati sembravano all’avanguardia. Invece, dopo circa vent’anni, tali tecnologie sono state soppiantate dalla chance di ascoltare musica in streaming, con l’accesso a milioni di brani con pochi clic.

L’ascolto della musica in questa modalità è diventato rapidamente di uso comune, essendo semplice e accessibile a tutti. Lo streaming musicale è una realtà consolidata per numerosi potenziali utenti. Chi non conosce la piattaforma Spotify? Eppure, non è l’unica che offre tali servizi. Diverse aziende concorrenti permettono di ascoltare musica sia su dispositivi Android che su quelli iOS, senza lasciare in secondo piano altre piattaforme come smart TV, computer e console.

Nella guida seguente, scopriremo alcuni servizi di musica in streaming riusciti ad assumere fama a livello internazionale, nelle loro versioni gratuite e a pagamento. Un chiaro esempio è rappresentato da Spotify craccato su Android, una funzionalità fruibile al sito https://www.ecomesifa.it/come-scaricare-e-installare-spotify-craccato-su-android/. Con tali premesse, l’ascolto della musica assume tutto un altro significato.

Deezer

Deezer è il principale competitor di Spotify. Si tratta di un servizio eccellente per l’ascolto della musica in streaming, seppur meno noto rispetto al concorrente. Il suo funzionamento viene concepito per consentire agli utenti di ascoltare musica a titolo illimitato, per tutto il tempo che si desidera. Le pubblicità non implicano costi aggiuntivi e gli utenti accedono a una banca dati di circa 40 milioni di brani, con una qualità fino a 320 Kbps. L’abbonamento a 99 centesimi per tre mesi è senz’altro uno dei punti di forza del prodotto, con il prezzo che poi sale a 9,99 euro al mese.

Spotify

Non poteva assolutamente mancare nella nostra lista il celebre Spotify. Si tratta del servizio di streaming musicale per eccellenza, riuscito a cambiare le nostre abitudini e il mercato di settore per sempre. La piattaforma funziona nelle modalità Free e Premium, con la seconda che non presenta alcuno spot pubblicitario né limitazione. Spotify è compatibile con i dispositivi mobili di ultima generazione e con la maggior parte degli apparecchi fissi.

Apple Music

Nel corso degli ultimi anni, anche la faraonica azienda Apple ha scelto di entrare in gioco nel panorama della musica in streaming. Lo ha fatto con il servizio Apple Music, capace di catturare l’attenzione di un ampio pubblico nel giro di poco tempo. La qualità massima dei brani in streaming è di 256 Kbps. Un dato sufficiente per ascoltare musica di buon livello senza alcuna fatica e mantenendo i consumi sempre sotto controllo.

Musica in streaming, tante chance a prezzi contenuti

Abbiamo solo menzionato le tre opzioni principali del vasto panorama della musica in streaming, che sta continuando a crescere a vista d’occhio per la gioia di ciascun appassionato. Ormai fare a meno dei brani musicali da ascoltare in qualsiasi momento sembra sempre più difficile. Ognuno di noi tende a vivere con la musica nelle orecchie e sente i propri suoni preferiti senza alcun limite.

Con tali prerogative, il mercato dello streaming musicale sembra destinato ad allargare ulteriormente i propri orizzonti, fino a diventare immancabile per una gamma estesa di potenziali utenti. Bastano pochi e semplici passaggi per trovare un servizio perfetto in base alle proprie preferenze, mantenendo sempre sotto controllo i prezzi di listino.