Quali sono i clienti di un e-commerce?

All’interno delle strategie ecommerce è fondamentale conoscere i diversi tipi di clienti che sono soliti effettuare acquisti online. Sapere quali sono le tipologie di utenti che acquistano sul web permette al proprietario di un e-commerce di migliorare la tecnica non soltanto di comunicazione ma anche di presentazione del servizio o prodotto che intende vendere attraverso il suo sito.

Migliore è l’efficacia con cui un prodotto viene presentato al pubblico, maggiori saranno le possibilità di persuadere gli utenti ad acquistarlo. Uno dei segreti del successo degli e-commerce più popolari a livello globale sta proprio nel convincere prima e soddisfare poi clienti molto diversi tra loro. A seguire una breve analisi sui 4 tipi di clienti di un e-commerce.

Il cliente determinato

Il cliente determinato corrisponde a una persona che acquista un prodotto perché ha precisi obiettivi da conseguire. L’articolo su cui mette gli occhi rappresenta il mezzo per raggiungerli. Una persona determinata gode di uno schema mentale delineato ed è allo stesso tempo istintiva. Per convincere questo tipo di cliente a compiere l’atto di acquisto è consigliato di elencare e spiegare i vantaggi del prodotto in vendita, associando a esso sconti o particolari agevolazioni.

Il cliente personalista

Viene chiamato così il cliente che tende sempre a mettere al centro dei suoi giudizi le persone. Il cliente personalista è contraddistinto da uno spiccato interesse nei confronti delle opinioni espresse da altre persone, inoltre è anche molto socievole.

Un ulteriore elemento che identifica il cliente personalista rispetto agli altri tipi di clienti di un e-commerce è la curiosità quasi viscerale per la pagina Chi siamo. Per questo motivo, una delle principali strategie da mettere in atto per persuadere il cliente personalista a comprare un prodotto è di prestare la massima attenzione alla qualità delle recensioni e dei commenti pubblicati sul sito e presenti sul web. Un altro suggerimento è di creare una community di fan (come ad esempio una pagina o un gruppo privato su Facebook), con cui relazionarsi in maniera attiva. Infine, anche offrire un servizio di chat può rivelarsi una carta vincente, poiché questa tipologia di utente apprezza la disponibilità al dialogo.

Il cliente impulsivo

Spontaneità e istinto rappresentano nel migliore dei modi il cliente impulsivo. Di solito acquista dopo una manciata di secondi dal suo arrivo sulla piattaforma di e-commerce. Ciò significa che l’impatto visivo del sito e del prodotto offerto gioca un ruolo fondamentale nel processo di acquisto di uno dei tipi di clienti più difficili da intercettare.

Prima di tutto il proprietario di un e-commerce non deve commettere l’errore di pensare che un utente impulsivo sia una persona poco razionale. Al contrario, in questo caso specifico l’impulsivo presenta molte caratteristiche in comune con il cliente determinato. Per far sì che questo tipo di cliente scelga di acquistare il prodotto in vendita nell’e-commerce è fondamentale convincerlo ad un piano emozionale. Spazio dunque a una grafica accattivante, testi persuasivi e una cura spasmodica delle immagini.

Il cliente logico

Il cliente logico è un utente meticoloso, molto razionale nella valutazione personale del prodotto. Prima di acquistare qualcosa vuole compiere una ricerca approfondita di ogni dettaglio relativo al prodotto. In genere è una persona che trascorre numerosi minuti sul sito, dove esplora ogni sezione. Come riuscire a convincerlo a comprare un articolo specifico in vendita nell’e-commerce?

La migliore soluzione è curare nel minimo dettaglio ciascuna parte del sito, dal momento che si deve conquistare un cliente pronto a trascorrere un tempo nettamente superiore rispetto agli altri prima di concludere l’acquisto. Altrettanto fondamentale è evitare di essere approssimativi nelle informazioni presentate sul sito: approssimazione, confusione e imprecisione sono i mali peggiori che un e-commerce può avere agli occhi di un cliente logico interessato a un prodotto.