Pavimento in resina e pavimento in microcemento: ecco le differenze

Le differenze fra i pavimenti in resina e quelli in microcemento

La resina e il microcemento sono materiali molto adoperati negli ultimi anni per creare pavimentazioni ma hanno caratteristiche differenti. Mentre il microcemento viene usato da poco tempo, la resina è sul mercato già da molti anni. Fra le differenze più evidenti fra i due tipi di materiali vale la pena sottolineare il fatto che il microcemento ha una durata più elevata nel coro degli anni anche se, entrambe le tipologie di prodotti, garantiscono una resistenza maggiore al calpestio nel tempo rispetto alle comuni pavimentazioni costituite da piastrelle ceramiche o in gres porcellanato.
Il microcemento non teme particolarmente l’umidità e quindi è più indicato per essere scelto per luoghi tipicamente umidi come il bagno, la cucina o le cantine. Grazie a sua caratteristica viene preferito per essere collocato all’esterno dell’abitazione per pavimentare terrazze, balconi e verande.

Pavimenti in resina: i vantaggi

Le tipologie di resina che si adoperano per realizzare le ampie superfici delle pavimentazioni sono a colata e autolivellanto. Una volta solidificate conferiscono un aspetto uniforme e sono caratterizzate da uno spessore medio.
Per realizzare pavimenti in resina di alto pregio in grado di dare all’abitazione un tocco originale e del tutto personalizzato, l’azienda l’Arte degli Stucchi fa proprio al caso vostro. Senza effettuare alcun tipo di costosa demolizione, la ditta mediante l’utilizzo di resine ad alto tasso di innovazione ma anche stucchi decorativi e microcemento, vi consente di rinnovare tutti gli ambienti della vostra abitazione in maniera semplice, rapida e a un prezzo di mercato accessibile.
Scegliendo una pavimentazione in resina avrete la possibilità di ricoprire una pavimentazione già presente di qualsiasi tipo, anche irregolare senza fughe che rendono sempre difficoltosa la pulizia. L’uniformità ottenuta così come la rapidità nella realizzazione del nuovo pavimento sono garantite. L’impermeabilità dei pavimenti in resina è garantita e c’è la possibilità di personalizzare le finiture finanche con le resine a effetto legno per un risultato finale del tutto paragonabile al parquet.

Pavimenti in microcemento: i vantaggi

Come accade per la resina, anche il microcemento viene adoperato anche su pavimentazioni preesistenti e ha uno spessore compreso fra 2 e 3 millimetri. Non è necessario quindi effettuare abbassamenti di superficie per consentire l’apertura e la chiusura di porte preesistenti. È un materiale particolarmente versatile e viene adoperato frequentemente anche per ambienti esterni. Facile da utilizzare anche per rivestire pareti o tetti rendendoli impermeabili, è resistente e pratico. La superficie uniforme che si riesce a ottenere con questo tipo di materiale rende agevole e rapida la sua pulizia.
Il microcemento non viene alterato da agenti chimici aggressivi e permette una personalizzazione abbastanza ampia.
Se avete il dubbio se scegliere per la vostra abitazione, l’ufficio o per la vostra azienda pavimenti in resina e microcemento, non esitate a contattare telefonicamente l’azienda specializzata l’Arte degli stucchi, oppure visitate il link: https://www.lartedeglistucchi.it/. Il personale che vi rispondere à dall’altro capo del telefono sarà in grado di chiarire ogni vostro eventuale dubbio e prenotare nell’eventualità una consulenza personalizzata per aiutarvi a scegliere quale possa essere la pavimentazione che meglio soddisfa le vostre esigenze tenendo conto anche del vostro budget disponibile.
Nell’ultimo decennio la ricerca di materiali sempre più performanti nel settore dell’edilizia ha reso possibile la messa a unto di materiali a costo di mercato concorrenziale caratterizzati da elevate prestazioni. Sia il microcemento che la resina sono rivestimenti particolarmente resistenti al calpestio nel corso degli anni e non si alterano se vengono messi accidentalmente a contatto con agenti corrosivi.