Pagamenti a mezzo Pos: quale dispositivo scegliere?

Effettuare i pagamenti ai tempi del Covid19, significa puntare su transazioni fatte a distanza, come il pagamento tramite Pos, ad esempio. Alcune aziende, infatti prediligono il metodo di pagamento contactless che è sempre quello ideale per evitare il contatto con i contanti.

Chi possiede una propria attività commerciale, sa bene quanto sia importante per contenere il contagio da Covid-19, rispettare le norme e far sentire i propri clienti maggiormente sicuri, il garantire i pagamenti con Pos. Questa tipologia di pagamento rappresenta la rivoluzione del 2020. Infatti, a partire dal mese di luglio scorso, è obbligatorio per le attività commerciali prevedere il pagamento a mezzo Pos. Del resto, con l’emergenza da Covid-19, anche semplicemente evitare il passaggio di banconote da una mano all’altra sembra un’idea indicata e consigliata anche da parte dell’Istituto Superiore di Sanità che ha caldamente consigliato tutte le attività commerciali a prediligere questo tipo di transazione.

Pagamenti via link

Pagamenti a mezzo Pos, obblighi di legge

Con la legge di stabilità del 2016 e poi successivamente come previsto dalla legge 157 del 2019, è possibile riuscire a ottenere un incentivo statale per installare un Pos portatile oppure un Pos mobile all’interno della propria attività commerciale. Infatti, il pagamento viene fatto contactless e quindi, con l’utilizzo di carte senza necessità di inserire il pin. Si tratta di un pagamento rapido, innovativo e molto semplice, così da completare gli acquisti, garantendo però il distanziamento sociale necessario per l’emergenza da Covid-19. Molti clienti, in questo periodo, saranno sicuramente portati a prediligere un pagamento senza contanti, ma mentre in passato non vi era obbligatorietà, a partire da luglio, come detto, è diventato necessario per tutti avere all’interno del proprio negozio un Pos mobile o un pos in versione tradizionale. Questo sistema di pagamento ha una serie di vantaggi e di svantaggi che bisogna prendere in considerazione prima di attivare un dispositivo, piuttosto che un altro. Vediamone ora alcuni nei paragrafi seguenti. 

Pagamento Pos esercenti, i diversi tipi

Ci sono diverse opzioni per effettuare il pagamento con Pos. Prima di fare la scelta su quale tipo di lettore potrebbe convenire  acquistare, bisogna analizzare una serie di criteri come il costo Pos, le commissioni su pagamento Bancomat, le commissioni carte di credito per commercianti oppure le commissioni sulle transazioni Pos.
Diviene quindi molto importante capire bene la tecnologia che opera nei vari lettori disponibili. La maggior parte delle attività predilige i lettori di carte portatili. La scelta di optare per un mPos oppure per un Pos per smartphone, sicuramente è più vantaggiosa. Questo perché tali sistemi, più innovativi, riescono a garantire anche dei servizi extra come ad esempio i pagamenti via link. Per questo motivo, bisogna distinguere il lettore di carte magari anche dotato di stampante inclusa o abbinabile, dal Pos mobile. Quest’ultimo, è dispositivo diverso ed innovativo che ha a disposizione anche un sistema connesso ad una propria app mobile che garantisce il pagamento via link.

I diversi tipi di Pos WiFi

Tra i vari tipi di Pos mobili disponibili sul mercato, vi sono ad esempio quelli con il lettore 3G, dotati della tecnologia NFC. Sono Pos senza fili, pratici, veloci ed anche che possono essere considerati come un Pos economico. Del resto, si tratta di un Pos senza costi fissi che aiuta i commercianti in questo periodo difficile, a tenere le spese sotto controllo. Oltre a i dispositivi con lettore 3G ci sono anche quelli che funzionano solo con i dispositivi NFC. È un sistema di trasmissione dati che funziona a distanza molto stretta e permette di effettuare i pagamenti in modo semplice. Si inserisce l’importo, si conclude la fase di pagamento accettandolo e poi la ricevuta viene condivisa. Qualora fosse necessario, si può anche mandare la ricevuta attraverso email per esempio.
Ci sono poi vari dispositivi, che permettono di abbinare al lettore una stampante in modo da prevedere direttamente l’estrazione dello scontrino. È attualmente consigliabile scegliere  sempre Pos senza fili (Pos mobile)con la funzione per emettere scontrino, in modo che possa sempre essere portato con noi.

La compatibilità del Pos

Senza dubbio, un elemento fondamentale nella scelta di un Pos mobile è la sua compatibilità con vari sistemi di pagamento come ad esempio, V Pay, Google Play, Apple Pay, oltre ai circuiti classici come Visa, MasterCard, Maestro e non solo. In più, è fondamentale che sia garantito il pagamento contactless. Stiamo parlando del tipo di pagamento che funziona con la carta che viene avvicinata sul lettore e non richiede della necessità di inserire il Pin.
Grazie a Pos senza fili, per gli importi inferiori a 25 euro, si può fare questo tipo di scelta e quindi, dare l’okay alla transazione senza dover neanche toccare il terminale. In questo periodo, per garantire il distanziamento sociale il Pos portatile rappresenta la soluzione migliore ed è preferibile optare sempre per il pagamento contactless per la sicurezza sia dei nostri clienti che di noi stessi e dei nostri familiari. Inoltre, la buona notizia è, per quanto riguarda questa tipologia di pagamenti, di potrebbe anche essere innalzata la soglia grazie all’accordo tra i principali Istituti bancari internazionali annunciato qualche tempo fa. Già da gennaio 2021 infatti, sarà possibile prevedere questo tipo di pagamento e quindi potenziare ulteriormente la tecnologia contactless. Il limite dovrebbe essere al di sotto dei 50 euro.

I vantaggi del pagamento a mezzo Pos

Oltre ai vantaggi già accennati del pagamento con Pos, c’è anche da dire che ad oggi il costo di lettori non è più un problema. Innanzitutto, perché realtà come SumUp eliminano i costi fissi e quindi l’unica cosa che si paga sono le commissioni Pos. In secondo luogo, anche il prezzo del Pos stesso è contenuto.
Molti POS di tipo moderno, danno la possibilità, attraverso l’applicazione per dispositivi mobili molto funzionale, di vendere direttamente on-line e quindi di creare una nuova entrata fondamentale nel periodo in cui molte attività sono chiuse a causa delle restrizioni dovute al contenimento del contagio da Covid-19. Infine, questa tipologia di Pos per smartphone, supporta anche l’attivazione dei pagamenti via link che sono ormai maggiormente importanti e preziosi in particolar modo per chi fa consegne a domicilio. Un’altra attività molto più diffusa che sta spopolando proprio a causa dell’emergenza sanitaria che sta attanagliando l’intero Paese.