Oro e Argento. Cosa abbiamo nelle nostre case?

A seguito del continuo aumento delle valutazioni di oro e argento, l’articolo ha come bersaglio quello capire, con più facilità, come sono composti gli oggetti preziosi che tutti possediamo all’interno delle nostre abitazioni.

Informazioni più dettagliate, potrebbero essere reperite negli store Orofollia , outlet del gioiello e attività compro oro e compro argento, leader del mercato siciliano (principalmente a Catania e Siracusa). 

Qual’è la differenza tra valutazione oro /argento e quotazione oro/argento?

Iniziamo parlando di quotazione oro e quotazione argento: per quotazione dell’oro e dell’argento argento intenderemo il prezzo oro presente nel mercato della borsa dei commodities, espresso i dollari per oncia, oppure in euro al grammo (ove disponibile). Dopo la pandemia, sin dall’Aprile 2020 ad oggi, la quotazione dell’oro sale alle stelle raggiungendo circa 2,000$ oncia, attestando un record assoluto storico, mentre la quotazione dell’argento è salita a una quotazione di circa 30$ oncia. Per quotazione oro usato (o valutazione oro usato) ovvero per  rispettivamente per quotazione argento usato o valutazione argento usato) si intende  invece il prezzo di oggetti usati in oro o argento usati. Ricordiamo però che la percentuale di oro o argento che è contenuta di oggetti preziosi è pari, al massimo a 999/1000 e quindi per poter valutare correttamente un oggetto prezioso bisogna conoscerne le precipue qualità, ovvero le percentuali di oro che l’oggetto contiene al suo interno. Alla luce di quanto sopra possiamo concludere dicendo che gli oggetti preziosi, nella  maggioranza dei casi, sono in lega d’oro e  lega d’argento: in buona sostanza, significa che, al momento della loro creazione, venne aggiunto, alla percentuale di oro/argento che contengono, un altro metallo, non prezioso, affinché ne faciliti la lavorazione e la durezza. A mero titolo d’esempio, la celebre lega oro 18kt (leggasi oro 18 carati)  è composta da 750 parti su 1000 di oro, ovvero il 75% dell’oggetto è composto da oro, mentre il 25% rimanente viene integrato con metalli ferrosi (tipo rame, nikel, etc) per renderne facile la lavorazione: in questo caso parliamo di valutazione oro 18kt o valutazione oro 750. Troviamo poi, tra le leghe più comuni le sterline d’oro, composte per 916 parti su 1000 di oro, meglio conosciute come oro 22kt, pertanto la valutazione sterlina oro segue spesso la quantità di oro che contiene (916 parti di oro). 

Perchè il lingotto d’oro vale di più?

Nel caso invece del lingotto d’oro, costituito per oro 999/1000, la percentuale di lega ferrosa è veramente minimale. Tra le varie leghe d’oro spicca l’oro 12kt e 14 kt, rispettivamente formato da 500 e da 585 parti su 1000 di oro, pertanto tali oggetti sono composti, solo per la metà del peso generale, di oro.

E l’argento, è il caso di tenerlo in casa? 

Quanto all’argento, anch’esso si presente nelle varie leghe. Le più affermate le troviamo nella posateria e nelle stoviglie, notoriamente composte da argento 800 parti su 1000 di argento, pertanto si parla spesso di valutazione argento 800. Le monete d’argento, come ad esempio le 500 lire in argento (meglio conosciute come “le tre caravelle”) sono composte d’argento per circa 835/1000. Tra le leghe più comuni troviamo la bigiotteria d’argento, spesso composta da argento 925 parti su 1000 d’argento e il lingotto in argento, composto per 999 su 1000 d’argento.