Internet

L’importanza della strategia di comunicazione online

La comunicazione è fondamentale in ambito aziendale. È necessario, infatti, che si stabilisca un contatto tra un brand e i suoi utenti: in questo modo sarà più semplice fidelizzare i clienti e acquisirne di nuovi, rafforzare l’identità del marchio, promuovere prodotti e servizi. A tal fine bisogna delineare una metodologia ben precisa, che non può prescindere da un’accurata conoscenza del target, degli obiettivi e del contesto in cui si opera.

Il piano di comunicazione: cos’è e come va strutturato

I professionisti del web marketing ricorrono a un particolare tipo di documento sul quale sono riportate tutte le informazioni essenziali per incrementare la visibilità e, di conseguenza, il business di un’azienda. Si tratta del cosiddetto piano di comunicazione, un minuzioso riassunto degli elementi cardine della strategia: è indispensabile definire sia i mezzi da utilizzare e lo scopo che ci si pone, sia le caratteristiche del pubblico al quale il messaggio è rivolto, le tempistiche, il budget, le tecniche di monitoraggio e così via (approfondisci i rimedi per superare la paura di parlare in pubblico suggerite da Massimiliano Cavallo). Con una simile analisi preliminare, non sarà difficile portare a termine anche le attività in apparenza più complesse.

Un programma creativo si basa su una serie di valori, che devono essere propri tanto del target di riferimento quanto dei dipendenti della società stessa. La coerenza, del resto, è il primo passo verso il successo: una potenziale clientela sarà senza dubbio attratta da un brand coeso, fondato su una solida ideologia, che sappia connettere gli interlocutori esterni con quelli interni. Grazie a questa forma di condivisione, inoltre, è più facile elaborare le linee guida della comunicazione, le quali devono essere seguite da chiunque partecipi al processo.

Un piano efficace non può non includere una riflessione approfondita sul contesto e sui traguardi da raggiungere: in un certo qual modo, il punto di partenza e quello di arrivo. Bisogna effettuare uno studio meticoloso della situazione, della vision che contraddistingue il marchio, del mercato e dei vari competitor, nonché del brand positioning, ossia della “posizione” dell’azienda in un settore. In aggiunta, è da valutare con attenzione il fine che si desidera conseguire. Quale azione specifica devono compiere i clienti? Che sia l’acquisto di un prodotto o l’adesione a un evento, gli obiettivi sono tra i componenti più importanti delle strategie di web marketing.

La parola chiave, per imprimere miglioramenti significativi agli affari di una società, è “pianificare“. Le tattiche, gli strumenti, i tempi e i contenuti vanno organizzati con largo anticipo. È fondamentale anche saper prevedere gli imprevisti, e trovare una soluzione adeguata prima che si verifichino. Non meno rilevante è un’indagine relativa al budget a disposizione, che volente o nolente condiziona altri elementi come i mezzi, lo scopo e le scadenze.

Le buyer personas e il monitoraggio 

Per attuare un valido piano di comunicazione sono molto utili le buyer personas, ovvero dei modelli fittizi di clienti con precise caratteristiche, qualità e difetti, paure e ambizioni. Queste rappresentazioni ideali aiutano le aziende a porre il focus sugli interlocutori, a conoscere ciò di cui hanno bisogno e ciò che invece temono. Ogni persona ha una determinata provenienza sociale, svolge un particolare tipo di lavoro, vive da sola o in compagnia, ha gusti e hobby che ne definiscono l’unicità. Il messaggio del brand sarà redatto proprio a partire da questi schemi.

Ugualmente essenziali sono le tecniche di monitoraggio dei risultati, da tenere sempre sott’occhio per predisporre le prossime azioni e, eventualmente, per cambiare la strategia. Capire cosa non funziona è necessario per mantenere sempre alta la reputazione del marchio.

L’ecosostenibilità e l’employer branding

Come già messo in evidenza, tra i pilastri del business di una società vi è la costruzione di un saldo sistema di valori. Di notevole importanza è il rispetto della sostenibilità ambientale: la tutela dell’ecosistema e di coloro che lo popolano deve essere alla base di qualsiasi filosofia aziendale. Non si tratta di una moda, come alcuni erroneamente potrebbero pensare, ma di un atteggiamento consapevole che porta a salvaguardare il pianeta e tutti i suoi abitanti.

Indispensabile, infine, è il concetto di employer branding, strettamente legato a quello riassumibile con l’espressione inglese “best place to work“. Il luogo fisico in cui si provvede allo sviluppo del brand è simbolo di evoluzione e di crescita. Ciò contribuisce a trasmettere un’idea di elevata professionalità, e a rafforzare l’immagine del marchio per aumentarne la credibilità agli occhi del pubblico.