Google maps e 3 tips per creare i percorsi animati con Animaps

Google Maps è uno dei motori di ricerca più utilizzati per creare itinerario viaggio, pianificare percorso stradale, programmare viaggi di famiglia, gite scolastiche, o anche semplicemente per orientarsi in una località sconosciuta: attraverso numerosissime opzioni, Google Maps consente di creare itinerario, inserendo l’indirizzo esatto di partenza e quello della destinazione che si vuole raggiungere, indicando con esattezza i kilometri di distanza tra le due località e facendo una stima sul tempo di durata del percorso, in base al mezzo di trasporto con cui si sceglie di viaggiare.

Questo particolare motore di ricerca offre infatti la stima del tempo di percorrenza nel caso in cui si decidesse di spostarsi a piedi, magari per visitare una città, in bicicletta, indicando esclusivamente i tratti di strada percorribili dai ciclisti grazie alla presenza della pista ciclabile; oppure in macchina, segnalando eventuali zone di traffico e ricalcolando repentinamente un percorso alternativo per ridurre i tempi di attesa e le code in autostrada. In questo modo diventa possibile per l’utente ottimizzare i  percorsi stradali di Google Maps

Con Animaps è possibile creare un itinerario animato per i propri viaggi, in modo da poter progettare e riconsiderare il tragitto da seguire, per poter organizzare al meglio la propria vacanza, in modo da ridurre al minimo il tempo passato in viaggio e ricavare molte più ore per poter visitare tutte le attrazioni della vittà nella città dove si intende svolgere la gita o le ferie con la propria famiglia.

  1. Animaps, creare itinerari animati: come funziona

Animaps è un’applicazione completamente gratuita, che consente a chiunque utilizzi Google Maps di creare un percorso stradale e progettare le proprie ferie, di usufruire di uno strumento molto più all’avanguardia, che gli consenta di valutare accuratamente ogni possibilità e creare un itinerario di viaggio, avendo a disposizione, nero su bianco, direttamente sul proprio smartphone o sul proprio PC, l’intero percorso che andrà a seguire e tutte le tappe della propria vacanza. In sostanza, con Animaps sarà quindi possibile creare itinerari turistici per godersi al meglio la vacanza. 

Dopo aver installato Animaps, sarà necessario creare un account: questo passaggio avviene in maniera completamente gratuita, e può essere effettuato attraverso l’inserimento del proprio indirizzo e-mail e di una password, oppure mediante il login direttamente tramite il proprio profilo Facebook, in modo da fornire all’applicazione tutte le informazioni necessarie in pochi attimi e in semplici, brevi passaggi che permetteranno poi di avviare l’esperienza del disegna mappa stradale. 

  1. Animaps: come creare itinerari animati

Una volta scaricata correttamente l’applicazione e aver effettuato l’accesso da Facebook, è possibile iniziare immediatamente a creare un itinerario di viaggio, selezionando e cliccando sulla voce “get started”: a questo punto compariranno numerosissime voci che consentiranno all’utente di inserire nel percorso delle piccole immagini per indicare delle particolari attrazioni che si desiderano visitare o degli “stop point”, ad indicare proprio i vari punti di sosta che si avranno durante l’itinerario indicato dalle mappe. Importante è anche disegnare il percorso e calcolare la distanza, per capire quanto tempo servirà per completare il tragitto. 

Se si tratta di un viaggio di più giorni è consigliabile utilizzare i punti di sosta per indicare i vari luoghi per il pernottamento; se invece si tratta di un viaggio di un solo giorno, è possibile indicare anche i punti nella cartina dove si desidera fermarsi per mangiare o per riposarsi durante il viaggio. Per quanto riguarda invece la sosta in punti o località particolarmente attrattive, è consigliabile inserire sul percorso direttamente la foto in miniatura di ciò che si desidera visitare, in modo da tenere bene a mente la successione degli eventi e bilanciare correttamente le attività della vacanza, in modo da non renderla troppo seria e noiosa.

  1. Animaps: condividere il proprio percorso animato

Una volta completato il proprio itinerario sulla mappa, è possibile salvarlo e condividerlo con i propri amici o parenti: questa funzione è davvero ottima, in quanto consente, a chi progetta la vacanza, di poter confrontare la propria idea con gli altri componenti del gruppo, che potranno richiedere delle modifiche o esprimere altre preferenze in merito alle attrazioni da visitare in determinate località. Osservare in maniera lampante tutta la mappa del viaggio, permette di poter organizzare una vacanza davvero perfetta e che si adatti alle esigenze di tutti.

Animaps può essere utilizzato anche come strumento didattico, ad esempio per far comprendere, visivamente, l’itinerario seguito per una colonizzazione, oppure le varie tappe di una guerra: sarà compito del docente creare un itinerario sulla mappa e utilizzare questa applicazione per poter spiegare ai ragazzi, in maniera lampante ed immediata, tutti gli importanti passaggi storici che hanno visto il coinvolgimento e la reazione di popoli presenti in aree geografiche differenti.

  1. Applicazioni alternative ad Animaps

Uno strumento che per certi versi risulta ancora più efficace dell’applicazione di Animaps è TripGeo: utilizzando questo particolare tool informatico, è possibile sfruttare l’opzione “Street View” di Google, per creazione itinerari, visti da una prospettiva senza dubbio più suggestiva e veritiera rispetto a quella di Animaps.

Con TripGeo, dopo aver impostato l’indirizzo di arrivo e l’indirizzo di partenza, è possibile visualizzare le attrazioni o i punti di sosta prestabiliti, direttamente all’interno della mappa, immergendosi in maniera vera e propria nelle strade della città presa in esame e avendo la possibilità di visualizzare in linea preventiva il proprio viaggio: questa funzione, renderà ancora più semplice organizzare un viaggio alla portata di tutti, poichè visivamente sarà molto più facile rendersi conto di eventuali punti morti o di un numero eccessivo di attrazioni storiche che potrebbero annoiare specialmente i più piccoli.

Esattamente come Google Maps, anche TripGeo da la possibilità di selezionare il mezzo di trasporto con cui si vuole viaggiare e inoltre sarà possibile selezionare anche la strada che sarebbe preferibile percorrere, con la possibilità, eventualmente, di saltare i tratti di autostrada.