Dissipatori di calore e gestione termica, l’importanza dell’eccellenza tecnologica italiana

Negli ultimi decenni si è assistito ad un crescente utilizzo di componenti micro elettronici, a livello privato ma soprattutto industriale. Il controllo del fattore termico è diventato fondamentale per assicurare le prestazioni di chip, CPU e componenti delle unità centrali, divenute sempre più piccole e compatte.

Un mercato in espansione

Nell’ambito della gestione termica vi sono implicati diversi fattori e tipologie di materiali che vengono utilizzati per regolare l’alta temperatura scaturita da un sistema elettronico: dal design di ogni singolo componente ai software di progettazione per la regolazione dei flussi fino ai materiali compositi e ai dissipatori di calore, il mercato globale sta rispondendo con valori positivi in crescita costante alla notevole richiesta di questo tipo di tecnologia, considerata la nuova sfida a livello mondiale.

Tra le industrie eccellenti distributrici di componenti in Italia troviamo Dralmi, che vanta oltre 40 anni di attività ed è in continua espansione. Tra le pagine del sito www.dralmi.it è possibile trovare tutti i servizi dell’azienda, che offre consulenza per lo sviluppo di soluzioni ad hoc, supporto tecnico, nonché forniture complete di componentistica di alto livello e all’avanguardia. Tra i prodotti, troviamo la sezione dedicata ai dissipatori di calore, fondamentali per il corretto funzionamento di qualsiasi dispositivo elettronico ad alte prestazioni e spesso abbinati a resistenze per alto voltaggio.

Dissipatori di calore e Heat Pipes

Le heat Pipes sono un elemento fondamentale per il raffreddamento dei computer e sono utilizzate in molte altre aree dell’elettronica. Un esempio di impiego delle pipes lo possiamo trovare nei dissipatori per i processori o per le schede grafiche. Sono elementi facilmente individuabili, si tratta in pratica di una serie di tubi che passano per tutta la lunghezza dei vari dissipatori. L’obbiettivo delle heat pipes è quello di velocizzare lo scambio di calore. In un classico dissipatore per CPU si diramano in tutta la lunghezza del dissipatore fino alla zona del gruppo lamellare; in questo modo le heat pipe trasferiscono velocemente il calore dalla base in una zona più lontana. Sappiamo infatti che il metallo è ottimo conduttore di calore, ecco perché il dissipatore deve trasferire il calore della parte più calda del processore per assicurarne performance e sicurezza.

Ciò che rende le heat pipe diverse da qualsiasi altro componente è il modo in cui sono fatte e come funzionano: sono dei tubi all’interno dei quali vi è uno specifico liquido, e attraverso la transizione di fase è possibile spostare appunto il calore da alcune parti ad altre di questi tubi. È un processo davvero semplice, e nel caso specifico delle heat pipes il funzionamento è garantito dalla trasformazione del liquido stesso in uno stato gassoso.

Il liquido all’interno delle heat pipes messo in una situazione di stress termico derivante dal funzionamento del processore cambia dunque stato e si allontana dalla base per proseguire il percorso all’interno del tubo; ciò accade grazie alle specifiche proprietà fisiche nonché alla conformazione interna propria delle heat pipes che sfrutta il concetto di capillarità. Tutto è progettato quindi per la velocizzazione dello spostamento del liquido/gas dalla zona più calda a quella più fredda; una volta raggiunta la temperatura più bassa torna allo stato liquido e si dirige nuovamente verso la parte più calda; il ciclo diviene così continuo ed è in grado di regolare perfettamente la temperatura all’interno delle componenti.

Una variante delle heat pipes la troviamo sotto forma di vapor chamber, utilizzate soprattutto nei dissipatori per schede video; si presentano come delle heat pipes schiacciate; la superficie di contatto delle vapor chamber è superiore rispetto alle heat pipes e di conseguenza si rivelano più idonee per andare a raffreddare o ad essere a contatto con dissipatori di dimensioni più grandi.

Ecco che fornitura e dotazione di componenti di altissima qualità sono in grado di garantire quella sicurezza e performance imprescindibili nel campo industriale ma che fanno capolino anche nelle applicazioni in ambito privato e che movimentano in positivo il mercato mondiale nel quale l’Italia è sempre più protagonista.