Digital Skin Care: le migliori app in dermatologia

Ogni anno, secondo le statistiche dell’OMS, si verificano in tutto il mondo  circa 3 milioni di tumori della pelle non melanoma e 132.000 melanomi. Pertanto, ogni strumento che possa facilitare la diagnosi precoce di un tumore cutaneo è ben accetto. Poiché la diffusione degli smartphone ha già raggiunto un quarto della popolazione della Terra, le app per smartphone sembrano essere un mezzo utile per contrastare le malattie e i tumori della pelle. Qui abbiamo raccolto le migliori app di dermatologia che aiutano digitalmente a orientarsi nella diagnosi e cura dei propri problemi dermatologici.

Mentre gli smartphone conquistano il mondo, le app di dermatologia si moltiplicano.

Man mano che la tecnologia continua a progredire, diventa sempre più accessibile alla popolazione generale. Nel 2013, solo il 56% degli americani possedeva uno smartphone, che è salito al 77% nel 2017. L’anno prossimo, ci saranno circa 1,56 miliardi di smartphone venduti in tutto il mondo e il numero di utenti ha raggiunto ormai più di 2,71 miliardi. Con una popolazione del pianeta Terra di oltre 7,6 miliardi, questi numeri mostrano che l’anno scorso circa il 20% di tutte le persone ha ricevuto un nuovo smartphone.

Di conseguenza, le app per smartphone android o iOS si sono moltiplicate in modo esponenziale.

In dermatologia, uno studio pubblicato nel 2017 ha rilevato 526 app dedicate corrispondenti a una crescita dell’80,8%  dal 2014. Il boom è comprensibile: come si può facilmente capire, se hai uno smartphone e una connessione Internet super veloce il tuo problema di pelle è facilmente risolvibile.

 La connessione veloce semplifica il controllo delle immagini rispetto ai database, si possono inviare immagini o filmati ovunque. Le applicazioni educative e le piattaforme di telemedicina dedicate alla dermatologia si sono moltiplicate anno dopo anno. Ecco la nostra opinione sulle app di dermatologia più utili ed efficienti per la salute della tua pelle.

Self care e telemedicina per i pazienti

Le opzioni dei servizi di teledermatologia e delle piattaforme di self care stanno aumentando vertiginosamente, come affermano i dermatologi di www.dcderma.com.

Le app FirstDerm, Spruce, Direct Dermatology, SkinMDnow, Zwivel, iDoc24, SkinVision funzionano tutte sulla base dello stesso principio: promettono ai pazienti la possibilità di controllarsi autonomamente e quindi di connettersi a un dermatologo online per un consulto in un brevissimo periodo di tempo. Di solito, le persone possono caricare le proprie foto su una determinata piattaforma e  dermatologi specializzati danno consigli basati su di essi.

SkinVision

L’azienda con sede ad Amsterdam ha sviluppato un’app per smartphone per valutare facilmente i fattori di rischio oncologici cutanei e tenere traccia dei nei potenzialmente problematici. Finora, questa app  dermatologica è stata scaricata in oltre 1,2 milioni di casi in tutto il mondo, con la maggior parte dei downloads provenienti da Regno Unito, Australia, Paesi Bassi, Nuova Zelanda e Germania. L’algoritmo intelligente unito all’esperienza dei dermatologi ha scovato oltre 27.000 casi di cancro della pelle.

Matthew Enevoldson, PR Manager di SkinVision ha dichiarato a The Medical Futurist che la tecnologia utilizzata da loro sta diventando sempre più integrata nel sistema sanitario, sia per garantire a coloro che necessitano di cure una risposta rapida sia per far risparmiare tempo e risorse preziose a coloro che hanno una preoccupazione infondata.

iDoc24

Il premiato servizio di dermatologia è presente in più di 160 paesi ed è disponibile in 7 lingue. La piattaforma ha già risposto a più di 20.000 domande inviate da tutto il mondo. Si è anche scoperto che la maggior parte dei problemi erano piuttosto innocui: iDoc24 ha rilevato che il 70% di tutti i casi esaminati poteva essere auto-trattato e ha consigliato ai pazienti di eseguire ulteriori test nel restante 30% dei casi.

È un vantaggio per tutti

Come  spiegato su iDoc24 i pazienti non devono aspettare in sale d’attesa affollate per una visita, mentre i dermatologi possono affrontare i casi più facili in meno tempo online. Il servizio garantisce tempi di risposta molto brevi – entro poche ore – e un servizio clienti online 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

First Derm

Il team di  iDoc24 ha anche sviluppato la piattaforma First Derm, che è molto simile all’app iDoc24: dà accesso a un dermatologo attraverso un dispositivo connesso. È stata lanciata nel 2014 come app iOS, disponibile in 6 lingue, e prima di tutto assicura alle madri un primo strumento di orientamento per la cura dei problemi di pelle all’interno delle loro famiglie, inclusi neonati e bambini.

Pertanto, le madri preoccupate devono solo inviare le foto delle eruzioni cutanee dei loro bambini a un dermatologo autorizzato collegato tramite l’app in modo anonimo e le foto verranno esaminate e valutate entro 24 ore dall’invio.