Come utilizzare i siti di comparazione prezzi per aumentare le vendite

Se sei un imprenditore di e-commerce, sai già quanto sia difficile ottenere l’attenzione dei clienti. In un vero e proprio oceano di siti di e-commerce presenti su internet la competizione è molta, e per renderti visibile devi spendere una piccola fortuna in marketing e pubblicità.

Un modo per captare efficacemente l’attenzione sul tuo negozio online e, quindi, implementare le vendite, è possibile utilizzare i siti di confronto dei prezzi. Questi siti, noti anche come siti di comparazione degli acquisti, raccolgono dati da vari rivenditori online e li organizzano su un’unica pagina per offrire un confronto completo di un determinato prodotto al cliente.

Questi siti indirizzano gli acquirenti ai rivenditori e, a loro volta, vengono pagati dai rivenditori per fornire questo servizio. Esistono essenzialmente due modelli di sito di comparazione dei prezzi e due modalità tramite cui questi fanno soldi. Con il modello CPC, il sito di confronto dei prezzi guadagna qualche centesimo per ogni clic che l’utente fa sul prodotto del rivenditore. Siti come Idealo, Kelkoo, Petyoo, Trovino utilizzano questo modello. Con il modello CPA, il sito di confronto dei prezzi ottiene denaro solo quando un acquirente acquista effettivamente il prodotto dal rivenditore.

Perché dovresti pubblicizzarti su un sito di confronto dei prezzi?

Un visitatore su un sito di comparazione dei prezzi è sicuramente alla ricerca attiva di un prodotto con l’intenzione di acquistare. Ciò significa che i visitatori che guardano la tua scheda di prodotto su un sito simile hanno maggiori probabilità di acquistarlo, se gli piace l’offerta che stai offrendo. In secondo luogo, questi siti fanno parte della grande quantità di siti posizionati dal SEO e oltretutto presentano un posizionamento molto alto nelle classifiche di Google. Inoltre, molti di questi siti hanno un seguito fedele e il solo fatto di essere presente in essi ti espone ad un vasto pubblico che potresti avere difficoltà a raggiungere in altro modo. Idealo.it, ad esempio, ha un’app compatibile con smartwatch Android che consente agli utenti di confrontare i prezzi in movimento.

Selezione i siti di confronto dei prezzi più adatti a te

Ci sono letteralmente centinaia di siti di confronto dei prezzi là fuori. Questo non significa che devi essere su ciascuno di essi. Devi capire che tutti i siti di confronto dei prezzi non sono uguali e la maggior parte potrebbe non essere compatibile con i tuoi prodotti. Un po’ di ricerca ti indicherà quali sono i più adatti per i prodotti che offri.

Esistono alcuni comparatori verticali e specializzati in una nicchia specifica, come Petyoo.it (comparatore prezzi di prodotti per animali da compagnia) oppure Trovino.it (comparatore prezzi di vini)

Non esiste una formula magica. Devi testare per trovare quali siti funzionano meglio per te. Una volta aver ridotto il tuo interesse a pochi siti, puoi concentrarti su di essi e investire lì il tuo budget di marketing.

Per la selezione, occorre anche decidere cosa andare ad osservare. Puoi per esempio scegliere di analizzare l’intero catalogo oppure solo alcuni degli articoli più venduti. 

Le migliori pratiche da adottare durante l’utilizzo dei siti di confronto dei prezzi

Ora che hai scelto i siti che funzionano meglio per i tuoi prodotti, ecco alcune buone pratiche da seguire durante l’utilizzo dei loro servizi.

  • Evita il prezzo più basso: se pensi che i visitatori acquistino dal sito che offre il prezzo più basso, non potresti essere più in errore. Devi curare l’intero pacchetto: il miglior prezzo, la descrizione più convincente e completa, una grande esperienza sul tuo sito e un ottimo servizio clienti. Mentre scrivi la descrizione del prodotto, impegnati a pensare entrando nella testa dell’acquirente, che si preoccupa di come il prodotto potrebbe facilitargli la vita o essergli utile. Quindi, concentrati su questo aspetto piuttosto che solo sulle caratteristiche del tuo prodotto.
  • Inizia lentamente e mantieni basse le tue aspettative: prima iscriviti ad un paio di siti al massimo. Analizza le loro prestazioni. Imposta un budget per ciascun sito e cerca di non andare oltre. Non aspettarti risultati fantastici all’inizio. Stabilisci obiettivi realistici e fai riferimento ad un sistema di analisi dei costi.
  • Non elencare mai gli articoli esauriti: per quanto ovvio possa sembrare, questo è uno degli errori più comuni che i venditori online commettono sui siti di confronto dei prezzi. Il carrello che usi genera automaticamente un feed di prodotto e a volte capita che si generi anche per un prodotto esaurito o di cui rimangono solo un paio di pezzi rimasti. È necessario controllare regolarmente i prodotti per verificare che non vengano visualizzati prodotti esauriti. Che senso ha dare false speranze ad un ipotetico acquirente per poi comunicargli che il prodotto è esaurito?
  • Contrassegna tutti i tuoi collegamentiè importante sapere da dove provengono i tuoi clic. Google Analytics di solito lo fa per te dandoti la fonte di riferimento. Tuttavia, alcuni siti di confronto elencano automaticamente i tuoi prodotti anche su altri siti, chiamati siti partner, quindi potresti non sapere da dove provengono esattamente i tuoi clienti. Per conoscere la fonte esatta, è meglio etichettare tutti i tuoi collegamenti. Puoi utilizzare Google URL Builder. Un altro vantaggio della codifica dei tuoi link è la possibilità di controllare i rapporti sui clic inviati dal servizio di confronto dei prezzi. Se i clic menzionati nel rapporto non corrispondono al rapporto di analisi, significa che il servizio ti sta addebitando per clic fraudolenti.
  • Continua a monitorare il ROIquesto è assolutamente essenziale per aiutarti a capire come stanno andando i tuoi prodotti sui siti di confronto dei prezzi. Scoprirai che alcuni siti ti porteranno grandi vendite, mentre altri no. Alcuni prodotti funzionano bene su un sito, mentre altri no. Queste e molte altre intuizioni potrebbero essere ottenute dal calcolo del ROI, che dovrebbe essere fatto almeno una volta al mese. I prodotti non performanti possono essere rimossi e quelli che stanno andando bene possono essere esposti di più per ottenere traffico e più clienti.

Cosa portare a casa

I siti di comparazione degli acquisti sono un ottimo modo per aumentare le vendite e gli imprenditori che si stanno accingendo ad entrare nel grande e oscuro mondo dell’e-commerce dovrebbero assolutamente provarli. Rendendo uniche le tue offerte da quelle dei tuoi concorrenti puoi distinguerti dalla massa e ottenere seguaci per il tuo marchio.