Come scrivere una email commerciale: ecco alcuni consigli

Al giorno d’oggi, un po’ come dicevano già i nostri genitori o i nostri nonni, “si scrivono sempre meno lettere” ed è vero poiché computer, smartphone e tablet si sono evoluti in maniera davvero impressionante.

Comunicare è diventato dunque molto più facile, immediato e al limite del gratuito rispetto a pochi anni fa, ma c’è una cosa che rimane sempre quella. Va bene avere tutti questi strumenti a disposizione, ci mancherebbe altro, ma come cominciare nella giusta maniera?

Facciamo finta che dobbiate scrivere una email commerciale o una lettera per il vostro lavoro, come vi muovete in questo caso? Per scrivere dunque una intestazione lettera il più corretta possibile non vi resta altro che mettervi comodo, procedere con la lettura e prendere qualche appunto in maniera tale da rendere questa operazione quasi un automatismo!

Come iniziare una email commerciale: segui questi passi

Prima di tutto una buona intestazione è quello che ci vuole per cominciare la vostra mail commerciale. Nell’oggetto della email potete infatti mettere “alla cortese attenzione di” e poi, quando dovrete scrivere il testo, è quantomai consigliabile utilizzare forme come “Egregio”, “Spettabile” oppure “Spett.le” per iniziare il discorso. In questo passaggio potete anche usare un abbreviativo per indicare la professione del destinatario come “Arch.”, “Dott.”, “Rag.” e così via.

Se non volete essere eccessivamente formali, allora, un buon compromesso è senza dubbio rappresentato da forme leggermente meno formali come “Gentilissimo/a Signor/a” che potete sempre abbreviare in “Gent.mo/a Sig.re/a” senza scordare i titoli di studio e se la destinataria è nubile o meno.

Esponete dunque la vostra argomentazione in maniera chiara ed intervallate il tutto anche con una spaziatura nei punti giusti per far “respirare” il testo. Attenzione dunque agli errori di battitura ed alle ripetizioni che possono sempre saltare fuori!

Una volta terminata questa parte di testo toccherà dunque alle conclusioni ed ai saluti di rito come, ad esempio, “RingraziandoLa anticipatamente Le porgo i miei più cordiali saluti” oppure “Rimango in attesa di un Suo riscontro”.

Completate poi il tutto con i vostri contatti in basso a sinistra mentre, a destra, digitate “Firma” per poi firmarvi, per l’appunto, a mano oppure utilizzando quella elettronica. Non limitatevi a digitare semplicemente il vostro nome e cognome!

Che cosa evitare di scrivere in una email commerciale

Una email commerciale è pur sempre un documento di lavoro e quindi è più che opportuno evitare delle abbreviazioni da SMS (ad esempio “x” per dire “per” o “cmq” per dire “comunque”), dare del “tu” al destinatario se non ci è stato espressamente detto, usare slang o termini in dialetto, i caratteri colorati, le ripetizioni se avete fatto “copia e incolla” con la medesima email.

Oltre a tutto questo un ultimo consiglio, che può sembrare sciocco, ma è sempre meglio ricordarlo, date un paio di belle lette all’email prima di mandarla. Se poi volete essere sicuri, lasciatela “decantare” per qualche minuto, rileggetela e poi inviatela!

Questo è particolarmente necessario poiché, tali email commerciali, arrivano direttamente a chi di dovere e quindi bisogna porre una particolare attenzione all’intestazione perché sarà la prima cosa a venire letta.