Come funziona la detrazione fiscale per le zanzariere

Detrazione fiscale per le zanzariere al 65%

Le zanzariere, soprattutto se ben progettate e realizzate, sono un ottimo aiuto per riuscire a tenere lontano dagli ambienti interni non solo le zanzare ma anche tante altre tipologie di insetti. Grazie ad esse è possibile finalmente riposare nelle afose notte d’estate senza che continuamente il sonno venga disturbato da fastidiose punture. Tuttavia questo è soltanto uno dei tanti vantaggi a cui puoi accedere scegliendo questo prodotto come nel caso della detrazione fiscale per le zanzariere. Infatti il governo ha messo a disposizione degli sgravi fiscali che fanno riferimento all’Irpef e all’Ires grazie ai quali è possibile rendere molto meno oneroso l’acquisto di zanzariere a prescindere dal modello. Il meccanismo permette la possibilità di ottenere il 65% del costo di acquisto ed installazione delle zanzariere per riportarlo in dichiarazione dei redditi ed ottenere il relativo sgravio. Si potrà quindi abbattere il costo delle tasse pagate dall’erario nella misura del 65% da usare in 10 anni in egual misura.

Grazie alla detrazione fiscale sulle zanzariere, rivolgendosi ad una ditta come Sharknet, che sa coniugare qualità e convenienza, è possibile dotare l’ambiente domestico di uno strumento di ulteriore comfort e al tempo stesso risparmiare un bel po’ di soldi.

In virtù di quanto successo all’economia italiana negli ultimi mesi per via del lungo tempo di chiusura imposto dalla diffusione del contagio da coronavirus, il governo ha voluto emanare nel Decreto Rilancio una serie di incentivi che potrebbero rivelarsi molto utili non solo ai cittadini ma anche ai rivenditori e agli installatori di zanzariere. In pratica, se l’acquisto e l’installazione delle zanzariere avviene nell’ambito di una ristrutturazione per cui si provvede ad effettuare determinati interventi, allora è possibile addirittura ottenere una detrazione fiscale zanzariere del 110%. Stiamo parlando ovviamente del Superbonus che, in buona sostanza, consente di avere nuove zanzariere senza spendere nemmeno un centesimo. Questo meccanismo, peraltro, consente anche di bypassare il sistema della detrazione in più anni e di cedere direttamente il credito erariale ottenuto con tali modalità sotto forma di sconto direttamente in fattura oppure di cessione credito ad un terzo soggetto. Tuttavia per poter rientrare per superbonus e quindi ottenere il massimo per quanto riguarda la detrazione fiscale zanzariere è necessario eseguire degli interventi ben definiti a rispettare una serie di vincoli che riguardano anche la tipologia di immobile.

La detrazione fiscale zanzariere per il risparmio energetico

La detrazione fiscale zanzariere tuttavia può essere anche differente dal Superbonus per accedere al tradizionale 65% di sgravio. Questo è possibile in quanto l’acquisto e l’installazione delle zanzariere viene visto come un intervento di risparmio energetico in quanto permette ad un cittadino di tenere aperte le finestre durante di maggior caldo. In questo modo si eviterà di climatizzare gli ambienti era l’esigenza di mantenere le finestre chiuse e non permettere alle zanzare di entrare. In questo caso il rivenditore dovrà realizzare la fattura seguendo alcuni vincoli e in particolar modo riportando la quantità dei prodotti venduti e la tipologia di zanzariere oltre che i metri quadrati previsti. In aggiunta il rivenditore dovrà anche indicare le modalità con cui è stata eseguita installazione e l’orientamento delle stesse zanzariere rispetto ai vari punti cardinali.