Come Diventare ricchi con Internet? Facciamo chiarezza

Ormai lo sappiamo, stiamo uscendo dallo schema di lavoro che i nostri genitori avevano e i nuovi lavori hanno fatto il loro ingresso prepotentemente nel mondo del lavoro. Lavorare online ti permette di affiliarti ad una nicchia e riuscire a vendere le tue competenze praticamente in tutti i settori senza limiti ne di presenza ne di età.

Lavorare online? Siti Web, Social Media e Youtuber ecco ora dove si guadagna

Il mondo del web sembra un mondo fatato, ma dietro c’è un lavoro molto duro che a volte nemmeno possiamo immaginare. Dietro alla creazione di un sito web, una pagina Instagram o uno Youtuber molte volte vengono celate ore e ore di lavoro nella produzione di contenuti che possano diventare virali e apprezzabili dagli utenti che ti seguono.

Il guadagno su Youtube si sta assottigliando di mese in mese è il totale del guadagno che un nuovo Youtuber potrebbe avere è già stato calcolato, potete consultarlo sul blog di festamaurizio.it che ha realizzato una rapida stesura che comprende tutti i costi che potrebbero entrarvi grazie alla monetizzazione dei video su Youtube.

Però ovviamente una volta raggiunti i numeri necessari potrete ricevere soldi da aziende e da donazioni che gli utenti che ti seguono e sono interessati al prodotto che quotidianamente porti online. Molte aziende infatti stanno quotidianamente sponsorizzato Youtube di determinate nicchie per parlare dei loro prodotti, offrendo prodotti da testare e che poi rimangono allo Youtuber o pagando una quota per poter essere nominate nel video.

Si guadagna ancora con un blog?

Si certamente, il blog rimane ancora un ottimo metodo per guadagnare online, le diverse possibilità possono passare da:

1) Vendita Guest Post

Potete vendere a chi è interessato, la possibilità di pubblicare articoli che linkano il loro sito web, questa pratica è molto diffusa soprattutto in modo gratuito, dove verrete contattati dagli interessati che ti proporranno un articolo di qualità per riempire il tuo blog e aiutare il loro sito a crescere. In questo caso potrete far pagare una quota di pubblicazione che potrete decidere di re-investire nel vostro sito o tenervi per mangiare una pizza.

2) Pubblicità Display

Le pubblicità che vedete su molti siti portano una piccola porzione di guadagni direttamente al proprietario del blog, anche se i guadagni non sono più come una volta, possiamo ancora ricevere una buona somma che ci consente di pagare le spese vive del nostro sito web. Esistono diverse concessionarie che offrono questo servizio anche se la più famosa se partiamo da 0 è sicuramente Google Adsense, la piattaforma di pubblicità del colosso Americano, che con semplicità ti consente di ospitare banner pubblicitari per monetizzare.

3) Donazione diretta da parte degli utenti

Questo è sicuramente una delle questioni più grosse per monetizzare il nostro blog, esistono diverse piattaforme che ti consentono di creare abbonamenti mensili che ti consentono dietro ad una piccola cifra di affiliazione di concedere elementi esclusivi ai tuoi sostenitori più grossi. Una delle piattaforme più usate è sicuramente Patreon, la piattaforma di contributo che consente agli utenti di pagare il sostentamento dell’artista o blogger che vogliamo aiutare. Anche su Patreon esistono diversi livelli di abbonamento che ci consentono di sostenere a vari livelli il creatore di contenuti che ci piace.

Possibile anche integrare un pulsate di donazione tramite Paypal per farsi offrire un caffè ( La cifra è già impostata in un euro di default ) cosi da far arrivare i soldi direttamente sul nostro conto online.

I social? Un capitolo a parte

Invece va riservato un capitolo a parte sul come monetizzare con una pagina Facebook o instagram, fare e gestire una pagina al giorno d’oggi non è sicuramente roba facile, e se su Facebook la tendenza è quella di creare pagine rivolte a cinquantenni e amanti degli animali, su Instagram va molto di moda creare pagine che possano condividere Meme e altri capitoli divertenti della nostra vita quotidiana.

Gestire una pagina social non è sicuramente semplice è stiamo parlando di un impegno quotidiano e costante. Molte volte è successo però che alcuni post condivisi su Facebook abbiano generato una interazione pazzesca e molte volte anche ondate di critiche che una persona inesperta difficilmente può gestire.

Ovviamente non sono solo spine, alcune aziende pagano i gestori delle pagine sia su Facebook che su Instagram quindi con un piccolo impegno quotidiano è possibile riuscire a monetizzare la propria passione.
Basti pensare che molte appassionate di cucina hanno potuto ricevere prodotti e accessori da testare durante la preparazione dei piatti che normalmente pubblicavano gratis sui social.

Quindi, se vogliamo generalizzare, guadagnare su Internet è ancora possibile, forse ci vuole meno tempo per riuscire a farsi conoscere ma a costruire un seguito ci vuole comunque un impegno e una progettazione professionale, se vogliamo consolidare i nostri risultati nel tempo.