Come creare un pacchetto SCORM

Le presentazioni sono il modo più diffuso per formare qualcuno su un determinato argomento. PowerPoint, il software di Microsoft Office dedicato alle presentazioni, è lo standard del settore: un sinonimo di slide deck, onnipresente in ogni ambito. È un modo semplice per creare diapositive che possano comunicare idee a un pubblico qualsiasi.

Ma come si integra nell’eLearning? In questo articolo spiegheremo perché PowerPoint potrebbe non essere sufficiente nel settore dell’apprendimento online e come puoi convertire le tue presentazioni in un formato più adatto, ovvero il formato SCORM.

Cos’è un pacchetto SCORM?

SCORM è l’acronimo di Sharable Content Object Reference Model. È nato per consentire ai progettisti didattici e ai fornitori di tecnologie di apprendimento di usare un formato di file standardizzato per i contenuti dei corsi.

Lo SCORM è un formato di file proprio come i file PDF, jPEG o DOC. Utilizzando un insieme standardizzato di protocolli e specifiche per i contenuti didattici, i progettisti possono lavorare senza problemi tra gli strumenti di authoring e i sistemi di gestione dell’apprendimento. Ecco perché molti di questi tipi di tecnologie includono uno strumento per convertire i file in SCORM.

Gli strumenti o i software che utilizzano le specifiche SCORM sono noti come “SCORM compliant”.

Perché creare un pacchetto SCORM?

PowerPoint è carente in un’area chiave per l’eLearning: non tiene traccia di ciò che l’utente sta facendo. Se stai presentando qualcosa a una sala piena di persone, hai il controllo della progressione delle diapositive, dell’enfasi su determinati punti e dell’osservazione della partecipazione/reazione del pubblico.

Un buon presentatore capirà quando sono necessarie ulteriori spiegazioni e dove è necessario semplificare una sezione. Anche la capacità di rispondere alle domande al volo aggiunge valore alla presentazione fisica. Se consegniamo le diapositive al pubblico, perché le guardi nel suo tempo libero, perdiamo una serie di aspetti della presentazione.

Dopo ogni webinar che organizziamo, siamo bombardati da richieste di diapositive. Non abbiamo più il controllo dell’esperienza di apprendimento e dobbiamo fare molto affidamento sul fatto che il contenuto sia semplice, facile da seguire e informativo. Ma cosa sappiamo in realtà delle loro interazioni con i contenuti? Non molto. PowerPoint non tiene traccia di ciò che fa l’utente finale. Dopotutto, è stato progettato per le presentazioni, non per l’eLearning.

Qual è la soluzione? Lo SCORM è lo standard eLearning dominante. Tiene traccia delle interazioni che un discente ha con un contenuto e permette anche di incorporare interattività, esami, quiz e molto altro all’interno del corso. Se vuoi erogare corsi di eLearning, questo è il formato ottimale.

Per una buona parte delle aziende, la conoscenza si traduce direttamente in entrate: in particolare, il 42% delle aziende afferma che l’eLearning abbia portato a un aumento del fatturato. Molte organizzazioni si trovano ancora in una fase transitoria quando si tratta di spostare l’apprendimento dalla formazione in aula all’ambiente online: tuttvia, l’eLearning fa bene all’ambiente: lo studio della Open University ha rilevato che la produzione e l’erogazione di corsi eLearning consuma in media il 90% in meno di energia e produce l’85% in meno di emissioni di CO2 per studente rispetto ai corsi effettuati in presenza. Un elemento che potrebbe spingere ulteriormente verso l’apprendimento online.

Questo momento di transizione costringe ad avere a che fare con molti contenuti ereditati, molti dei quali sono contenuti in diapositive Powerpoint che un tempo potevano essere consegnate di persona. Ma per raggiungere questo obiettivo, è necessario convertire i Powerpoint in SCORM per renderli digeribili per gli strumenti di authoring o per un LMS.

Come creare un pacchetto SCORM

Uno dei compiti più comuni di un team L&D è la conversione delle presentazioni Powerpoint in formati adatti all’eLearning. La conversione delle presentazioni Powerpoint in corsi online non deve essere difficile ed è un’opzione che può farti risparmiare molto tempo.

Il vantaggio per i principianti è che possono sfruttare la loro familiarità con PowerPoint e concentrarsi sulle funzionalità aggiunte, che sono ovviamente contrassegnate da un’etichetta.

Creare un pacchetto SCORM: quali software usare

Per procedere oltre, parliamo del software di cui fidarsi per dare forma ai tuoi corsi e creare un pacchetto SCORM. Se vuoi realizzare più di un semplice pacchetto senza interessarti alle statistiche e ai rapporti con gli studenti, PowerPoint non è una soluzione accettabile.

Se vuoi ottenere risultati migliori è logico utilizzare un software di authoring e una piattaforma eLearning. La soluzione all-in-one di Microsoft è sempre un’opzione valida, ma non può coprire tutte le esigenze creative e le funzionalità specifiche dell’eLearning, come il monitoraggio delle prestazioni, la valutazione, la classificazione, i quiz, ecc.

In effetti, sono le opzioni di tracciamento che contano quando si parla di standard e-Learning. Lo SCORM definisce il modo in cui i contenuti formativi basati sul web possono essere riprodotti e monitorati dai sistemi di gestione dell’apprendimento. Un altro aspetto è il confezionamento dei contenuti facilmente trasferibile.

La maggior parte dei software leader del settore, come Articulate Storyline, Lectora e iSpring, offrono la piena conformità al formato SCORM, in modo da poter salvare un corso per gli LMS con pochi clic. Oltre alla qualità degli strumenti di collaborazione, dei quiz, degli effetti e delle interazioni, le soluzioni software di e-Learning vengono giudicate in base ai criteri di interoperabilità e scalabilità. Tieni conto di questi aspetti quando devi scegliere.

Ad esempio, iniziare con iSpring ha senso perché è il più strettamente legato a PowerPoint: puoi lavorare all’interno del prodotto Microsoft, con la funzionalità aggiuntiva dello strumento di creazione aggiunta all’interfaccia utente. Alcuni fornitori includono sia strumenti di authoring che sistemi di gestione dell’apprendimento come parte della loro linea di prodotti completa.

Conclusioni

La conversione dei PowerPoint in SCORM è un ottimo modo per utilizzare i materiali esistenti. Elimina la necessità di creare i contenuti da zero e fornisce una buona struttura di partenza. Con uno strumento di authoring, puoi trasformare le tue presentazioni in corsi di eLearning con il tracking abilitato!

Ultimo aggiornamento: 8 giugno 2022