Alcune regole per scegliere il web hosting

Nel momento in cui si decide di scegliere un servizio di web hosting per il proprio sito internet, non è sempre facile avere subito tutte le risposte. Come fare a trovare un buon servizio di web hosting senza commettere errori? È più importante lo spazio sul disco o la banda? Meglio utilizzare un VPS o basta avere un buon servizio di hosting condiviso? Queste sono solo alcune delle domande che spesso ci si pone quando si è di fronte a questa scelta.

Nel momento in cui bisogna pubblicare un nuovo sito internet, infatti, la scelta dell’hosting può sembrare molto complessa, se non si hanno esperienze in questo settore. I fornitori del servizio sono tanti, e spesso sono solo rivenditori; a complicare tutto, le offerte che si trovano online sono davvero parecchie.

Come avere una visione generale dei servizi italiani di hosting più affidabili? In questo articolo scoprirai come fare a scegliere il web hosting per il tuo sito internet, attraverso delle semplici, ma fondamentali, regole da seguire per trovare il servizio che più si sposa alle tue esigenze. 

Cos’è il web hosting?

L’hosting, in informatica è sinonimo di server: il servizio di web hosting, offre la possibilità di dare una “casa” al proprio sito internet, ovvero uno spazio dove viene ospitato, e dove i contenuti (cartelle, files, video, immagini) sono archiviati e caricati.

Quando si ha un piano hosting, quest’ultimo si può paragonare ad una cartella presente all’interno di un PC, con la differenza che, trovandosi su Internet (in realtà sui server del fornitore che hanno accesso ad internet), può essere consultata con rapidità, tramite l’accesso alla rete da qualsiasi Browser.

Web hosting per business o per hobby?

Il tuo sito internet ha una finalità aziendale, incentrata sul business, o è nato per svago e per hobby? Questa è la prima domanda che bisogna porsi quando si inizia la ricerca per scegliere il web hosting: scopriamo perché è così importante questo aspetto.

Se il sito internet che hai sviluppato è nato per lo svago, non è necessario spendere grandi cifre per i migliori servizi di web hosting, poiché non si ha il bisogno di dover avere un sito perfettamente funzionante ed impeccabile. Diversamente, con una pagina web mirata al business, non si possono commettere errori, poiché si potrebbero perdere potenziali ricavi.

Spesso, nel caso dei siti con finalità lavorative, capita di investire migliaia di euro per migliorare la grafica e lo sviluppo, ma poi si risparmia proprio nella scelta del web hosting, commettendo un grave errore! Nel caso in cui il tuo sito sia mirato al business, per esempio un e-commerce, immagina quanto potrebbe essere deleterio avere un sito dove i potenziali clienti navigano con una velocità che non gli permette di raggiungere facilmente le pagine; probabilmente lascerebbero il tuo sito internet in pochi minuti, se non secondi.

In questo modo si rischia di sprecare soldi e tempo, entrambi investiti per creare e sviluppare al meglio il sito sia in fase grafica che di programmazione, per poi non riuscire a permettere agli utenti di accedere in modo efficace all’interno di esso. Peggio ancora se hai attivato anche campagne pubblicitarie con Facebook Ads, Google Ads o altro: senza un buon fornitore di web hosting, rischieresti che, cliccando sugli annunci, questi non si aprano correttamente, presentando un messaggio di errore. Questo è il caso anche per quei siti che fanno parte di AdSense, come spiegato in una pagina di support del prodotto Google.

Web Hosting a prezzi bassi con risorse illimitate

Capita spesso di imbattersi in offerte di web hosting che vengono vendute a prezzi veramente modici, ma che offrono la possibilità di avere risorse illimitate; al contempo, esistono fornitori del servizio che costano centinaia di euro, ma presentano una lista di tutti i requisiti e le limitazioni che si hanno.

La domanda sorge spontanea: com’è possibile una cosa del genere? Come è possibile che costa di più un servizio di web hosting che ti limita lo spazio a 5-10GB, con un numero massimo di visite mensili, mentre allo stesso tempo un altro web hosting offre ad un prezzo minore, banda e spazio sul disco illimitati? 

Sveliamo subito una delle regole più importanti da seguire, e che spesso può trarre in inganno gli utenti più inesperti: solitamente chi offre maggiori servizi o risorse illimitate, e allo stesso tempo presenta un prezzo più basso dei competitors, lo può fare perché risparmia su altri fattori, ed ha come obiettivo riuscire ad acquisire un maggior numero di clienti possibili.

Infatti, è solo una percezione che lo spazio sul disco e la banda siano illimitati con questi fornitori i web hosting, poiché chi propone queste tipologie di offerte, solitamente sa che la maggior parte dei siti che verranno ospitati ospitati sui loro server, non supererà mai un numero delimitato di risorse, tra spazio e banda, non rischiando mai che queste si saturino. Come abbiamo già scritto precedentemente, scegliere dei server dedicati può essere la mossa giusta.

L’illusione si materializza quando queste risorse, anche se “illimitate” iniziano a ridursi, nel caso in cui ci sia un considerevole volume di traffico dei siti che usufruiscono del servizio di web hosting in questione; ciò causa un rallentamento del sito, che si ripercuoterà sul tuo cliente, e molto probabilmente ti porterà a pentirti di aver scelto un servizio di web hosting di questo tipo.

Web hosting: differenza tra sito dinamico o statico

Altra importante regola da seguire, nel caso in cui ti stai approcciando per la prima volta alla scelta di un servizio di web hosting, è se conviene avere un sito dinamico o statico? Una delle caratteristiche che spesso viene esaltata dai provider del servizio di web hosting, ricade nella possibilità di poter ospitare un numero di domini illimitato all’interno del proprio spazio. Ma prima di pensare che, attraverso un servizio di web hosting con spazio “illimitato”, potresti aprire potenzialmente anche decine di siti e blog, dovresti concentrare maggiormente le tue attenzioni sul quantitativo di risorse che necessita un’operazione del genere.

Far girare un sito internet basato su un sistema dinamico, come con WordPress, è diverso da riuscire a far caricare siti internet con contenuti e pagine HTML statiche. Quando si ha a che fare con un sito dinamico, si deve prendere in considerazione il lavoro svolto per interpretare il linguaggio base, al fine di eseguire le operazioni che servono per interrogare il server database. 

Con un server web il discorso cambia, perché una cosa è gestire molte richieste su una pagina HTML statica, un’altra è gestire lo stesso numero di richieste su una pagina dinamica creata con WordPress, dove devono essere caricati numerosi plugin e temi, che necessitano di risorse aggiuntive.